Considerazioni sul funzionamento dell’ebook reader e se sia consigliabile adottarlo nelle scuole

A 45 anni di età e dopo tanti anni di internet e lettura di libri, da qualche mese sono approdato anche all’ebook reader che si dice sarà in futuro il sostituto del libro cartaceo.

Il futuro sembra essere l’abbandono del libro cartaceo, con gli studenti che si recano a scuola solamente con un ebook reader ed un tablet, senza neanche i quaderni.

Probabilmente sarà questo il futuro, indipendentemente dalla mia opinione, ma esprimiamola ugualmente.

Dopo alcuni mesi di possesso di un ebook reader (un kobo in questo caso, ma ritengo che accada la stessa cosa anche per le altre marche) la mia opinione è che l’ebook reader stanchi la vista molto velocemente, a mio avviso uno studente non potrebbe passare delle ore studiando ogni giorno sull’ebook. Dopo un po’ interviene un meccanismo di autodifesa interno che mi impedisce di assimilare quello che sto leggendo sull’ebook, quindi lo utilizzo al massimo una mezz’ora a settimana.

La comodità del reader è quello che si possono acquistare in tempo reale i libri, però ho il sospetto che come avviene per l’uso del computer tenda a impigrire gli occhi, così quando hai finito di leggere e esci di casa provi come una vertigine, perché l’occhio non si adatta. Allora se si aggiunge lavoro a computer, lettura su ebook reader, navigazione su cellulare, gli occhi si affaticano tantissimo, secondo me in definitiva l’ebook reader deve essere usato per leggere poche pagine alla volta, la stessa cosa che mi capitava quando leggevo tanti blog (tanti anni fa, adesso al massimo sfoglio le fotografie su facebook e su instagram), riuscivo a completare solo gli articoli più brevi altrimenti mi si irritavano tantissimo gli occhi, al massimo di un paio di persone leggevo gli interventi integrali, con una certa fatica però.

Quindi per il futuro spero che gli ebook reader vengano perfezionati altrimenti i nostri fogli avranno difficoltà, non bisogna mai adottare una nuova tecnologia finché non ha raggiunto un elevato livello, anche se devo dire che ci sono state delle eccezioni, come ad esempio la tecnologia fotografica digitale, quando sono uscite le prime macchine fotografiche digitali, sulle riviste fotografiche si diceva che non avrebbero raggiunto il livello delle macchine fotografiche a pellicola fino ad una definizione di 20 megapixel ed invece ciò accadde in breve a soli 6 megapixel… perché i software risolsero i problemi di definizione. E la macchina fotografica analogica venne spazzata via.

Spero che i libri vengano utilizzati ancora a lungo, perché se adotteremo subito gli ebook reader ed i tablet nella scuola a mio avviso produrremo degli studenti meno preparati di adesso. E non mi si fraintenda, non ritengo che la scuola attuale in Italia sia così disastrata come si dice. A chi voglia studiare è in grado di fornire una buona formazione, ovvio che poi tutto si può migliorare ma non facciamo di tutta l’erba un fascio. Sento ad esempio dire che le scuole sono tutte vecchie, mentre la scuola media del mio paese per esempio è stata recentemente ristrutturata con sistema riscaldante geotermico e per risparmiare sui costi hanno messo le scuole medie assieme alle scuole elementari, cosa che ha generato qualche protesta cui non mi associo, secondo me è normale che bambini dai 6 ai 13 anni possano e debbano stare assieme senza troppe difficoltà a patto che gli insegnanti siano attivi nel controllo.

Dovrei sistemare un po’ la grammatica dell’intervento ma la moglie mi richiama al dovere/piacere della famiglia, non me ne vogliate. Ciao.

Get Smart 3 Student’s My digital book: come installarlo se non funziona

Ho provato ad installare il libricino degli esercizi di inglese in oggetto su due diversi personal computer, durante l’installazione compaiono numerosi errori, tali che su uno dei due pc il programma non si avvia proprio (anzi sembra che si sia disinstallato da solo), sull’altro invece non si riesce ad aprire gli esercizi.

Tra i vari errori, non si riesce a copiare il libro n. x …. etc…

Non può essere una carenza d entrambi i due computer, che peraltro hanno tutti i programmi originali, infatti di solito si tende a pensare che i programmi presenti sul pc non siano aggiornati, in particolare il flash player che c’è anche sul dischetto.

Non perdete tempo ad aggiornare il computer, il programma in oggetto non funzionerà ugualmente.

Il problema è il dischetto che è difettoso, metà della classe di mio figlio non riusciva ad installarlo, fatevi dare il dischetto in prestito da qualcuno a cui abbia funzionato, o dai compagni di classe oppure dall’insegnante e tutto andrà a buon fine.

Noi ci siamo rivolti all’insegnante che non ha avuto alcun problema a prestarci il suo dischetto, che infatti ho installato con successo.

E’ sufficiente un pc portatile per le esigenze di una famiglia? confronto con pc fisso

Noi abbiamo sia il pc fisso che il portatile.

Sei mesi fa, avendo l’esigenza di un computer portatile per la scuola dei figli, vista la carenza di mezzi della nostra scuola media, ci eravamo posti il problema se fosse sufficiente un pc portatile per tutte le esigenze della famiglia.

Interrogai alcune persone in possesso di portatili ed ebbi il dubbio che fossero pc di dubbia durata nel tempo, sia per la batteria che si scaricava a breve che per guasti che necessitavano dell’assistenza e spesso rendevano più conveniente le sostituzione del pc portatile.

Facendo quattro conti, se è necessario cambiare il pc portatile, diciamo ogni 18 mesi (non so se avete seguito quel documentario sull’obsolescenza programmata…), e ammettiamo che un pc fisso duri almeno 5 anni (per mia esperienza con minime possibilità di guasti, comunque risolvibili più facilmente), in 5 anni avrete consumato 3 pc portatili, quindi se un pc portatile entry level costa 400 euro, avrete speso 1.200 euro. Per il confronto ricordiamo che lo schermo del pc da tavolo non necessita di essere sostituito assieme al pc, di solito.

Inoltre la sostituzione delle parti del pc portatile richiede lunghi tempi rispetto a quella delle parti di un pc da tavolo.

Comodità d’uso ha voluto che io ed i figli usassimo in questi sei-sette mesi il pc portatile, per circa quelle 2 ore giornaliere.

Ieri s’è rotto lo schermo, adesso ho una specie di colata di inchiostro proprio a metà dello schermo del mio fujitsu da circa 400 euro di prezzo, e vi assicuro che il pc è stato trattato sempre con la massima attenzione e in tutte le vacanze estive non è stato mai portato fuori casa.

Quindi per me un pc portatile non è adeguato alle esigenze di una famiglia, per costo superiore nel medio termine, per problemi di “fermo macchina” nei casi di guasto.

Deve essere acquistato solo se c’è l’esigenza di portarlo a scuola per esempio.

Per fortuna tengo tutte le garanzie in ordine, porterò il pc in negozio per la riparazione e cercheremo di utilizzare di più l’altro pc.