Dormono le cime dei monti, poesia del VII secolo a.c.

A volte ricordo ancora che questo blog si chiama amoleapi, ed allora ecco a voi una poesia, di Alcmane, VII secolo avanti cristo, traduzione di S.Quasimodo.

DORMONO LE CIME DEI MONTI
Dormono le cime dei monti
e le vallate intorno,
i declivi e i burroni;

dormono i rettili, quanti nella specie
la nera terra alleva,
le fiere di selva, le varie forme di api,
i mostri nel fondo cupo del mare;

dormono le generazioni
degli uccelli dalle lunghe ali.