Into The Woods

Seppure a tema fiabesco non è un film per bambini piccoli, è necessario che gli spettatori sappiano leggere.

Infatti si potrebbe definire un Musical in quanto contiene una buona parte di cantato in Inglese, se non si conosce la lingua è necessario seguire i sottotitoli.

Detto ciò ho notato che qualcuno ha abbandonato la sala accorgendosi che era una fattispecie di musical invece che un film di azione sul genere di Avatar.

Hanno fatto male, ho trovato molto bello questo film, voto 9.

Prima parte fiabesca, seconda parte strana.

M’è piaciuto per i messaggi lanciati a sprazzi, ad esempio “gentile non vuol dire buono” con Cappuccetto Rosso (non fraintendetemi neanche maleducato vuol dire buono!), oppure la parte dove Cenerentola viene tradita dal principe che afferma di essere stato allevato alla piacevolezza (nel senso di essere piacevole compagnia) e non alla sincerità (allora Cenerentola dirà che prima era una sguattera, poi è diventata una principessa ma adesso preferisce una via di mezzo e si lasciano senza troppe complicazioni) ed inoltre quella parte dove tutti i personaggi si accusano a turno di aver cagionato il disastro ma in realtà ne sono artefici tutti assieme.

Collana di libri Black Cat per migliorare l’inglese: The Great Gatsby

Ho scoperto nella libreria Mondadori una bella collana di libricini del costo di circa 9 euro l’uno.

La collana è strutturata in livelli, nei libri vengono approfondite le strutture della lingua inglese, il vocabolario e ci sono degli esercizi alla fine di ogni capitolo. Li consiglio perché sono veramente fatti bene, con intelligenza. Casa editrice Cideb Editrice. L’unico problema è che per le edizioni vecchie non si riescono a trovare i progetti internet, come per il libro che citerò in seguito. Se vorrete curare la pronuncia consiglio l’acquisto dei libri della collana che contengono il CD (non tutti come ci si aspetterebbe). Animal Tales, livello step two, contiene i CD (attenzione anche che la confezione del libro sia integra).

Ad esempio ho appena letto – confesso di non aver fatto gli esercizi, perchè per curiosità ho letto tutta la storia per sapere come finiva -The Great Gatsby di F. Scott Fitzgerald.  Il livello del corso è step five per questo libro (i livelli arrivano fino a sei).

La storia è stata adattata in “American English”.

E’ veramente una bellissima storia di struggente amore, destinata a finire in tragedia.

Incredibile il capovolgimento di ruoli che avviene tra l’inizio e la fine.

Mi ha molto emozionato.

Sito di questa collana:

www.blackcat-cideb.com

Per certi aspetti, inoltre, l’insegnamento di lingua inglese può essere applicato anche alla lingua italiana, ad esempio la pulizia delle domande indirette: I wonder if…?  invece che are there any…?

Mi piace molto la logica applicata dagli anglofili.

Leggere questi libri può essere un modo intelligente e appassionante per apprendere la lingua inglese, però convinciamoci a fare gli esercizi! 😀

Capitan Harlock – Laura dagli occhi scintillanti

Questa puntata è incentrata su una bellissima nemica.

Il giovane apprendista del capitano viene prima stregato dalla donna pianta (il popolo invasore delle Mazoniane seppure di bellissimo aspetto di femminile velina è più affine alle piante che agli altri organismi della terra; le mazoniane, notare la somiglianza del nome con quello delle amazzoni, lasciarono la terra agli albori del genere umano ed ora ritornano per conquistare la loro antica patria) e poi ipnotizzato con la ricostruzione della madre morta quando lui aveva 10 anni di età e di cui il ragazzo sente tantissimo la mancanza.

Però questa puntata evidenzia anche come il nemico alla fin fine sia come noi, con dei sentimenti, e quanto sia crudele la guerra con tutti, anche con chi ha la vocazione del guerriero o soldato, mettendo a rischio gli affetti di tutti.

Vi eravate innamorati anche voi della bellissima nemica? LOL

Chiede il divorzio a cento anni

Sui giornali locali di oggi c’era questa succosa notizia.

Un uomo di 100 anni di età ha chiesto il divorzio alla moglie.

Ha fatto ciò perché ha trovato delle lettere d’amore che la moglie aveva indirizzato tanti anni prima ad un altro uomo, però durante il matrimonio.

E le aveva anche conservate.

Il guaio, secondo me, è che la moglie ha confessato di avere avuto una relazione con l’uomo a cui aveva scritto le lettere, trasgredendo alla regola di negare anche l’evidenza.

Sapete cosa penso? il centenario ha fatto bene a chiedere il divorzio!

A quell’età penso che non abbia dei figli a cui rendere conto o che possano rimanere turbati dal divorzio.

Che tristezza, però, un’ottantina di anni di supposto amore, ma in realtà convivenza sotto lo stesso tetto, trasformarsi in un’illusione proprio alla fine.