27/7/19-29/7/19 tavolette evaporanti e ultimo apivar

27/7/19 Approfittando del raffrescamento del clima dovuto al passaggio di una perturbazione ho inserito mezza tavoletta di prodotto evaporante al timolo in tutti gli alveari. L’odore del timolo serve a disturbare gli acari varroa.  Gli acari dovrebbero cadere sul fondo dell’alveare e rimanere invischiati nell’olio di vaselina che mette l’apicoltore. Mi spiace disturbare le api perché in questo momento stanno raccogliendo abbastanza miele, penso trattasi di melata, per farne le proprie scorte invernali visto che ho tolto i melari. In generale comunque i prodotti evaporanti disorganizzano le api, che spostano il miele lontano dalla fonte del profumo, raccolgono meno e allevano meno covata.

Usare le tavolette evaporanti quando fa molto caldo comporta il rischio di perdere le famiglie di api. Se le temperature superassero di molto i 30 gradi centigradi le api disturbate dall’odore di mentolo potrebbero abbandonare l’alveare trasferendosi altrove. Ho quindi inserito mezza tavoletta il primo giorno per abituare le api all’odore.

Il 28/7/19 ho inserito l’altra metà della tavoletta.

29/7/19 malgrado la pioggia notturna sembra essere tornato il caldo sui 30 gradi.

Ho visto che le api di alcuni alveari hanno distrutto quasi completamente le tavolette.

Nel primo nucleo 2019, che adesso occupa10 telaini, ho inserito le due striscie di apivar, così tutto l’apiario è sotto trattamento. Ho visto un’apina operaia fortemente danneggiata dall’acaro, poverina, senza ali è destinata a brutta fine. Non potendo volare queste api senza ali una volta cadute dall’alveare non riusciranno più a ritornarvi e saranno facili vittime di formiche, calabroni e mantidi.

Sono arrivate le gabbiette cinesi per il blocco di covata ma non le userò quest’anno perché l’apicoltore nomadista  che ha tante arnie vicino a me non usa questa tecnica e ci sarebbe il rischio che le mie api divengano facile vittima del saccheggio da parte dei suoi alveari.

La varroa colpisce in modo irregolare l’apiario, dall’esame dei vassoi ho notato sotto all’alveare che ha prodotto di più la presenza di un’infinità di acari morti, sotto agli altri non ce n’è tantissime. La cosa può essere un bene o un male, dipende, potrebbe non funzionare il prodotto usato oppure potrebbero avere tanta covata giovane e la varroa uscirà solo in seguito assieme alle api neonate.

Ho programmato quindi di proseguire anche con l’evaporante se le temperature me lo permetteranno.

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.