14/6/2019

Sono fioriti i tigli, si vede l’effetto sulle api, sembrano drogate. C’è anche tantissima fioritura di spinosi rovi. Temperatura 30-35 gradi.

Gestione nuclei 2019.

  1. ho deciso di lasciare il nucleo formato  in aprile nella bassa friulana  per tentare di fare un po’ di millefiori estivo oltre allo sperato castagno dei due alveari sul Collio; è attualmente su 6 telaini e qui fa parecchio caldo, quindi ho effettuato il travaso della famiglia di api togliendola dall’arnietta di polistirolo e mettendola in un’arnia in legno, ho sovrapposto l’escludiregina e due melari; ho deciso di mettere la porticina metallica di riduzione dell’entrata, dal lato estivo, perché ho avuto troppi saccheggi l’anno scorso, e in effetti mi sembrano più tranquille dopo l’intervento. Mi sembra di aver intravisto covata di fuco, ho quindi messo da un lato del nido un telaino da melario per vedere se lo costruiranno con covata da fuco;
  2. arnietta con regina prossima a nascere o appena nata, aveva un bel volo, sono fioriti dei bei tigli e le api avevano il tipico volo affrettato da raccolto in corso. Nutrito con un litro di sciroppo invertito con il limone, perché la stagione di crescita ormai è breve, e si parte da un solo telaino con api e covata, a settembre dovranno essere su almeno sei telaini. I tre nuclei nuovi post acacia non verranno messi in produzione quest’anno, troppo tardi, sono per il prossimo anno. Non ho ancora idea di come trattarli contro l’acaro varroa.
  3. arnietta con regina vecchia, ho cambiato la disposizione dei favi, avevo messo il favo costruito a contatto con la parete dell’arnietta e poi a lato i fogli cerei da costruire ma avevano costruito solo i lati a contatto con il vecchio favo; ho quindi girato il telaino a contatto e ho messo un altro foglio cereo dall’altro lato dello stesso in modo che venga costruito, ed infatti stanno costruendo molto bene. Per spiegarmi, la situazione dei teleini è così: parete dell’arnia, foglio cereo, telaino con covata e regina asportato dal vecchio alveare, altro telaino con foglio cereo, altro telaino con foglio cereo di riserva (non si sa mai un mal di schiena, così lascio margine di una settimana non riuscitò a visitare il nucleo). Nutrito con un litro di sciroppo invertito con il limone per anticipare un pochino lo sviluppo, anche se ho notato che la nutrizione tende a saturare il nido e a lasciare spazio per una rosa di covata rotonda circondata da scorte senza realizzare quelle belle covate quadrate. Nelle mie intenzioni quindi non nutrirò più questo nucleo. Vola bene ma non lo vedo raccogliere polline. Le api quando hanno un bel raccolto abbondante quale è il litro di sciroppo sospendono non solo la covata ma anche rallentano la costruzione dei favi e dedicano tutte le proprie energie a accumulare la nutrizione nei favi già costruiti. Poi useranno la scorta messa al sicuro per costruire e allevare. Massima efficienza ed efficacia insomma. Il prossimo anno dovrò sostituire presto la regina altrimenti sciameranno. Forse si potrà tentare di mandare in produzione la regina di carnica acquistata con il nucleo di quest’anno.
  4. come la precedente.
  5. arnia sul Collio, non sono andato a vedere, non sciamerà di sicuro una volta tolta la regina vecchia e inserita la nuova ci sono due possibilità: accettazione della nuova regina, buona produzione di miele (speriamo bene), rifiuto e allevamento di un’altra regina nuova, scarsa produzione di miele a melario perché lo metterebbero nel nido dove si interrompe la covata.
  6. come il precedente.

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.