Lavori delle api, novembre

Ieri ho deciso di fare l’ossalico gocciolato in quanto era una bella giornata con temperature sufficienti e leggermente ventilata.

Si devono dare 5 ml di soluzione per spazio occupato dalle api, massimo 50 ml. Quindi se trovassimo 4 interfavi occupati vanno gocciolati sulle api 20 ml.

Gli alveari erano in questa situazione:

1 molto debole, occupava 2 telaini, peraltro dalle cellette rosicchiate c’era in atto un saccheggio non violento, in cui alcune api di altri alveari entravano e si mangiavano il miele, avevano già svuotato due dei 7 telaini presenti, allora ho tolto i favi vuoti ed ho ristretto la famiglia su 5 telaini, ho anche ristretto l’ingresso a due fori a misura di una ape onde permettere alle poche api presenti di difendere l’ingresso. Era uno dei tre nuovi che avevo fatto quest’anno, strano, perché alla precedente visita mi sembrava debole quello a fianco, questi due avevano avuto un trattamento diverso dagli alti, non li ho usati per raccolto e quindi avevo messo le striscie di trattamento in estate (i nuclei non riesco più a mandarli in produzione da qualche anno, mi riesce solo con gli alveari con regina dell’anno prima).  Non posso dire che il problema sia la modalità di trattamento perché c’è un alveare debole anche tra quelli trattati secondo quanto prescritto dal consorzio apicoltori di Udine ed è forte l’altro nucleo trattato nello stesso modo. Mi sa che il problema è la poca resistenza agli assalti delle altre api. I nuclei, come vi dicevo, è vari anni che li ottengo per divisione, senza fare altro, in modo che le api si selezionino sull’ambiente (stanziale) in cui le tengo, e devo dire che da allora non ho più visto covata calcificata ed è anche diminuita la mortalità invernale.

2 molto forti, occupavano tutto l’alveare.

4 normali, circa su 4 interfavi.

Ho ristretto anche le entrate dell’altro debole, non si sa mai.

Ho il dubbio di aver ecceduto con l’ossalico, non so perché quando lavoro sulle api sono un po’ stressato anche in condizioni ideali come in questo periodo quando sono poco aggressive e su un paio di alveari mi è sorto il dubbio di aver conteggiato 10 per interfavo, il prossimo anno dovrò stare più attento ai 5 ml per interfavo.

Annunci

One thought on “Lavori delle api, novembre

  1. katherine ha detto:

    Vedo che le ai continuano a darti parecchio da fare, anche quando fa freddo!
    Buon lavoro e buon miele, quando sarà il momento!

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...