The Lone Ranger

Questo è un film per tutta la famiglia, l’ho trovato estremamente divertente, easy e dal lieto fine.

Ovviamente si basa tutto sull’andatura claudicante e sull’espressività di Johnny Depp.

Un classico del western come trama, esagerato quanto basta, per me è puro relax un film del genere.

Voto 10.

Dai figli si impara, anche a pesca

Oggi devo dire di aver imparato qualcos’altro dai figli.

Eravamo a pesca lungo un grosso fiume di risorgiva della bassa friulana.

Uno dei figli mi chiama urlando.

Ha catturato una trota, solo che la stessa si è impigliata con filo ed esca in un grosse cespuglio di rovi sottoriva.

Il mio primo istinto è quello di dire che non c’è niente da fare, che la trota è perduta.

Invece il figlio mi dice di aspettare, mi consegna la canna da pesca e corre all’automobile a recuperare il retino per i pesci.

Nel frattempo l’altro figlio cerca di aprire un varco nel fitto roveto, ed anche ci riesce, riusciamo a vedere dov’è la trota impigliata.

Con il guadino, mentre il figlio mi tiene affinché non cada nel fiume riesco a “guadinare” la bella trota, una marmorata di 47 centimetri ed un chilogrammo di peso.

C’è sempre una soluzione e l’importante, è provarci, questo i giovani ci insegnano, la fortuna aiuta gli audaci, i rovi invece ci hanno graffiato tutte le mani! ehehe, ma vuoi mettere la soddisfazione della cattura.

Domani trota marmorata al forno.

L’ente tutela pesca sta facendo un buon lavoro, cominciano ad essercene parecchie di queste trote.

Huger Games

Abbiamo visto questo deludente telefilm.

Lo trovo di una violenza ingiustificata, fa parte di quel genere di film che immaginano una civiltà o inciviltà del futuro dove dei ragazzini diventano dei gladiatori per fare parte di un programma televisivo. E si susseguono morti ingiustificate per il gusto necrofilo e senza senso.

Penso che guardare film del genere possa solo far male allo spettatore, noi siamo quello che ascoltiamo e quello che guardiamo, tutto lascia un segno dentro di noi. Lasciate perdere.

Sono contrario all’espianto degli ulivi per fermare la malattia degli stessi

Nelle regioni colpite dalla malattia degli ulivi si stanno espiantando gli alberi per fermare il proliferare del batterio che li fa morire.

Io sono contrario, perché mi appare impossibile contrastare la diffusione di un batterio, che stante i viaggi commerciali di piante provenienti da tutto il mondo, penso che non servirà a niente.

Purtroppo non siamo come l’Australia separati dal mare dagli altri continenti.

Non rimane che selezionare gli alberi resistenti.

ATN associazione per la tutela della Nutria, e gli ulivi da espiantare

Ho deciso di fondare un’associazione per la tutela della Nutria.

La nutria è il tipico esempio dell’animale alloctono, per quanto si sia tentato di eradicarle si sono ugualmente disperse ovunque sui torrenti, rogge, fossi e fiumi friulani. Sono una specie di castoroni.

E sono ben più grandi di quegli esseri che infestano gli ulivi e che si tenterà inutilmente di contrastare espiantando gli ulivi stessi.

Pensavo di rivolgermi all’Ente Tutela Pesca per tutelare le nutrie!

Voi direte! ma che razza di ignorante è questo amante delle api! non lo sa che le Nutrie sono mammiferi e non dei pesci!

Invece lo so benissimo, è che le nutrie scavano le rive dei fossi, gli argini dei fossi cascano, il fosso si allarga, quindi nel fosso ci possono vivere pesci più grandi da pescare! per questo pensavo all’ente tutela pesca.

Eheheh, scherzetto. Facciamoci qualche risata.