I miei tre alveari sono debolucci

Ho visitato due dei tre alveari che mi sono rimasti, sono un po’ debolucci per questa stagione, anche se bisogna dire che qui nella bassa friulana è stato un marzo soleggiato ma freddino.

Anche adesso ci sono una decina di gradi ed un fortissimo vento freddo.

Sto cercando di far sopravvivere in tutti i modi questi tre alveari che mi sono rimasti, visto che hanno pochi fiori da bottinare tenuto conto che un apicoltore nomadista ha posizionato poco lontano da miei una settantina di alveari che sono tanti, ho deciso di nutrire le mie api con acqua zuccherata al 50%, fornirò loro un litro ogni 4 giorni per un paio di volte ancora fintantoché il tempo si sarà stabilizzato. In ogni caso visto che lo sviluppo di questi alveari è al momento su 5-6 telaini non potrò mettere il melario per almeno una quindicina di giorni ancora.

Il polline le api invece se lo trovano invece da sole.

Annunci

Into The Woods

Seppure a tema fiabesco non è un film per bambini piccoli, è necessario che gli spettatori sappiano leggere.

Infatti si potrebbe definire un Musical in quanto contiene una buona parte di cantato in Inglese, se non si conosce la lingua è necessario seguire i sottotitoli.

Detto ciò ho notato che qualcuno ha abbandonato la sala accorgendosi che era una fattispecie di musical invece che un film di azione sul genere di Avatar.

Hanno fatto male, ho trovato molto bello questo film, voto 9.

Prima parte fiabesca, seconda parte strana.

M’è piaciuto per i messaggi lanciati a sprazzi, ad esempio “gentile non vuol dire buono” con Cappuccetto Rosso (non fraintendetemi neanche maleducato vuol dire buono!), oppure la parte dove Cenerentola viene tradita dal principe che afferma di essere stato allevato alla piacevolezza (nel senso di essere piacevole compagnia) e non alla sincerità (allora Cenerentola dirà che prima era una sguattera, poi è diventata una principessa ma adesso preferisce una via di mezzo e si lasciano senza troppe complicazioni) ed inoltre quella parte dove tutti i personaggi si accusano a turno di aver cagionato il disastro ma in realtà ne sono artefici tutti assieme.