Mi sono rimasti solo tre alveari

Quest’anno da nove sono passato a tre alveari.

Comunque inizio la stagione con il sole nutrendoli con acqua e zucchero, così da averli forti e potermi fare qualche nuova famiglia di api.

Devo nutrire le mie api perché ho vicino dall’anno scorso una cinquantina di alveari di un nomadista, e le risorse di nettare della mia zona in questo periodo di sicuro non sono sufficienti, invece di polline ce n’è tantissimo.

Annunci

Non sono gratuite le app che offrono acquisti in-app

Se non volete o non potete permettervi grossi costi per la telefonia cellulare, state molto attenti, soprattutto se avete figli, a non accettare mai l’installazione di app gratuite ma che offrano acquisti in-app, perché quando le userete vi abbonerete a servizi molto costosi, anche 10 euro a settimana per un minimo di due settimane.

Ovviamente il business di questi acquisti in-app sta sui nostri figli, che si collegano con il cellulare alla rete wi-fi di casa e rischiano di accettare questi servizi e noi ce li troveremo in bolletta.

Quindi occhio, quando lanciate il download di una app leggete bene quel pop up che vi dice quali autorizzazioni date alla app, se dice “acquisti in-app” ne è gratuito il download ma è a pagamento l’uso del programma o del gioco. E le app non devono essere scaricate dai figli ma sotto il controllo dei genitori.

Non tutti i fornitori di giochi sono truffaldini ovviamente, ad esempio qualcuno ti lascia giocare e mette a pagamento solo dei servizi aggiuntivi, ad esempio se vorreste comprare delle vite in più. Però altri vi faranno sottoscrivere come è capitato al sottoscritto più servizi IN ABBONAMENTO per lo stesso gioco (leggete il mio precedente post).