Italo Calvino – Le città invisibili

Ho affrontato questa lettura perché giunta a casa per le vacanze del figlio liceale.
E’ un libro ricco di termini, ideale per arricchire il vocabolario personale.
Superato lo scoglio delle prime pagine diventa un esercizio o dimostrazione di stile e bravura , forse adatto a persone più adulte che agli studenti liceali in quanto spesso riguarda la memoria e il dolce rimpianto delle possibilità nel passato personale.
Di questa serie di descrizioni mi sono piaciute in particolare :
– il capitolo le città e il desiderio. 3.

– questa frase ” l’altrove è uno specchio in negativo. Il viaggiatore riconosce il poco che è suo, scoprendo il molto che non ha avuto e non avrà”.
In ogni racconto c’è qualcosa di interessante o curioso.

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...