Ipod 32 GB

Vi avevo raccontato dell’affogamento del mio ipod prima serie, con lo schermino mini.
Ho preso un ipod della penultima serie,  il 32 Mb,di quelli con lo schermo, da un ragazzo che lo vendeva a 100 euro contro i 250 del nuovo ultima serie.
L’ho preso subito confidando nella qualità superiore della riproduzione musicale

rispetto ai cellulari che non hanno il migliore hardware per l’ascolto della musica, neanche i migliori , per non cannibalizzare i lettori musicali.
Devo dire che mi trovo benissimo, ovviamente ho caricato i miei cd e li sto ascoltando con delle buone cuffie della Sennheiser, marca cui sono affezionato (avevo un paio di cuffie fantastiche da una decina d’anni ma il cincilla’ ha tranciato il cavo, che era già in precarie condizioni prima) è una riscoperta musicale.
Questi ipod hanno poi le app come i cellulari, wifi, macchinetta fotografica che sono un po’ dei doppioni con altri prodotti. Come fotografie sono abbastanza scarse. I giochi ed i video si vedono benissimo, anche se i giochi consumano parecchio la batteria, mentre con la musica ci si dimentica di ricaricare.
Quasi quasi mi prendo anche le cuffie della Bose, di quelle in pelle che filtrano meglio i rumori esterni.

Visione paradisiaca sulla ciclabile turistica, bellezza in bicicletta

Anche le atlete oggi sono vanitose.
Al semaforo, rosso, attendevo il ritorno del verde, quando scorsi un’atleta in mountain bike, quello che colpiva erano i capelli freschi di parrucchiera, che non ti aspetteresti in una ragazza che si allena. Bel viso anche, da fotomodella.
Insomma aveva anche una bella maglietta di quelle bianche alla moda da cicliste, le gambe con la muscolatura ipertrofica delle atlete, gambe bellissime dalla pelle liscia ed abbronzata. Ho guardato le automobili che passavano, tutti gli uomini si giravano a guardare, c’era il rischio di incidenti :-).
Perché quando in tanti uomini si guarda una donna si prova come una esperienza che il mondo si deformi, come entrare in un’altra dimensione.

La paleodieta è sconsigliabile, e le bistecche di dinosauro sono molto costose

Purtroppo su National Geographic ho letto che la paleodieta è sconsigliata.

Si tratta di una dieta basata su quella dell’uomo delle caverne, quindi a base prevalentemente di carne.

Non mi pare di avervi raccontato che per un certo periodo ho praticato una dieta proteica, quando iniziai a praticare il running.

La dieta proteica in realtà, se basata su carni rosse, secondo uno studioso è causa di gravi malattie che farebbero durare di meno la vita di chi la seguisse.

Ciò è logico, perché gli uomini delle caverne difficilmente vivevano tanti anni come l’uomo moderno e quindi la dieta influiva poco.

Comunque ho abbandonato la dieta proteica prima di leggere quest’articolo, avevo notato che mangiando carne rossa al posto di pane, riso e pasta si dimagrisce velocemente, però effettivamente mi ero accorto che appesantiva il fisico, causava anche spesso mal di testa e difficoltà di digestione. Proprio come detto sull’articolo che ho citato.

E poi, detto tra noi, le bistecche di dinosauro costavano carissime, avevo un fornitore che me le procurava, però erano buonissime, quelle di tirannosauro avevano praticamente lo stesso aspetto e sapore di quelle di manzo, mentre quelle di velociraptor erano proprio uguali a quelle di tacchino!

(eheh, così per ridere!).

National Geographic di settembre 2014, c’è una fotografia di un mangiatore di miele e un bell’articolo sulla dieta umana a partire dal paleolitico

Visto il nome del mio blog non potevo che riportare la presenza di una fotografia di un Hadza della Tanzania che addenta un bel favone di covata di api.

In generale ho trovato questo numero della rivista molto interessante, in particolare l’articolo sul cibo, che parte dalla cosiddetta dieta del paleolitico che viene consigliata da alcuni  (in effetti è passato tanto tempo…), qualche ragionamento dietetico si può trarre dall’articolo, cioè di evitare troppa carne rossa; molto bello anche il pezzo su Nerone e la Domus Aurea che occupano buona parte delle pagine della rivista .

Mostra delle fotografie di Man Ray a Villa Manin di Passariano (Ud)

Devo dire che per certi aspetti il lavoro artistico di Man Ray, almeno di quanto raccolto in questa mostra, mi ha interessato poco e  non entusiasmato.

In ogni caso gli appassionati di fotografia devono visitare queste mostre, vedere le fotografie stampate su carta è molto diverso da quanto si vede sullo schermo di un computer, inoltre c’era anche l’altra attività artistica, disegno e pittura.

Nella media ho trovato banali le fotografie e il resto, poco di bello, qualche ritratto, ad esempio quello di Picasso che somigliava ad un parente di mia moglie oppure anche quello che troverete al link, è carino, ha un che di horror:

Running yeaaah tempo giusto per correre

Leggero stato di esaltazione.
Il clima in cui corro bene è arrivato.
Il caldo estivo mi privava delle energie, finivo distrutto i miei soliti 7-10 km., non riuscivo a fare i 5 allunghi finali.
Oggi invece c’erano 18 gradi, una piacevole e leggera pioggerellina che depura l’aria, mi sentivo bene, correvo senza fatica con i muscoli che spingono caldi ed energici.
Mi sbagliavo a dire leggera esaltazione, Grande Esaltazione da endorfine!

L’orsa catturata in Trentino è morta

Ho letto su facebook la notizia che l’orsa che aveva aggredito un turista in Trentino è morta durante la cattura, mi spiace, ma in ogni caso ritengo che fosse necessario.
Ciò non per colpa dell’ orsa ma, per me, del fatto che si siano voluti immettere degli orsi dove evidentemente non c’è abbastanza da mangiare per loro oppure dove ci sono troppi esseri umani con i conseguenti problemi in caso di incontro.
Se l’ambiente trentino avesse avuto risorse per 50 orsi non ci sarebbe stata la necessità di immetterli, ci sarebbero già stati. Questo accade quando si interferisce con gli equilibri naturalu.