Apicoltura, ultimo raccolto e inizio dei trattamenti contro l’acaro

Ho raggiunto l’apiario alle 18 dopo il lavoro perché dovevo fare il trattamento contro l’acaro. Lo faccio assolutamente ogni anno entro il 15 agosto (poi finisce che lo faccio il 18).
Prima è stato necessario togliere i melari, mi ero attrezzato con le tavolette apiscampo pensando che le api non avessero raccolto altro miele e che anche se lo avessero raccolto ormai sarebbe stato mangiato dalle stesse.
“Sfortuna” ha voluto che sette melari fossero pieni e ho dovuto spazzolare via le api telaio per telaio, 7 per 9 telaini ciascuno, ci vuole parecchio tempo, la posizione è scomoda (i professionisti hanno dei soffiatori per api) e si rimedia sempre qualche puntura, in particolare ai piedi se non si hanno gli stivali.

Negli alveari che non avevano raccolto ho solo sollevato i melari dal nido e in mezzo ho aggiunto l’apiscampo che induce le api a lasciare i melari; così con calma la prossima volta potrò togliere senza spazzolare le api.
Poi ho messo in ciascun alveare, nel nido, l’apistan che è un farmaco veterinario in strisce siliconiche che si mettono tra i telaini del nido stesso, visto che le strisce si vendono a gruppo di dieci  ho messo una striscia ciascuno in due alveari deboli e delle tavolette di apilife var in quell’alveare che mi rimaneva (totale siamo a 12). L’apistan rimane nell’alveare 6-8 settimane, le tavolette invece vanno cambiate almeno ogni 15 giorni.

Ho poi trovato un alveare saccheggiato dagli altri (probabilmente sciamato e poi non è riuscito a rifarsi la regina), ho tolto tutti i telaini perché altrimenti le tarme della cera distruggerebbero anche il legno dell’alveare e ho riposto nel capanno la casetta.

 Le api erano abbastanza buone se si eccettua una casetta che aveva tre melari pieni di api arrabbiate, l’ho lasciata per ultima, poi ho sparso i tre melari uno qua ed uno là sopra alle altre casette, ho aspettato una mezz’ora passando il tempo addentando un paio di mele Golden un po’ crude raccolte da un albero e poi ho spazzolato anche questi tre melari, le api si calmano sempre quando vengono separate dal grosso dell’alveare.
Caricare i melari in auto, ho finito che erano le 20.30.
Poi 40 minuti di auto e scarica tutto in sala smielatura .
Dev’essere miele di castagno, densissimo, non c’è umidità .
Spero di fare 50 chili, salverei la stagione, dopo i soli 15 di acacia.

Sono molto contento per il finale di stagione.

La stagione piovosa sarà stata poco produttiva ma le api erano molto belle, mi sembrano più grandi che gli scorsi anni ed anche più numerose, si vede che hanno avuto parecchio polline.

Adesso mi manca nell’ordine, una mattina per smielare, un paio di viaggetti per dare da bere un po’ di acqua e zucchero alle api così da incentivarle a covare, e poi un ultimo viaggio per togliere le striscie e visitare gli alveari.

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...