WINDOWS PHONE, nokia 635, prime impostazioni

Premesso che a casa abbiamo Widows 7 e sugli altri cellulari android.

Il figlio ha scelto per regalo di compleanno uno smartphone Nokia635, perché gli piaceva che fosse Windows. Rispetto al 630 costa circa 50 euro in più ma ha il G4, non so se valga questo prezzo in più comunque abbiamo preso questo. Nei negozi il 630 si trova a 129 e 149 euro da noi, ciò mi pare che dipenda dall’avere 4 o 8 GB di memoria.

Stranamente la fotocamera non ha il flash, comunque l’abbiamo ritenuto non necessario.

Abbiamo fatto configurazione manuale perché ci interessava per il momento disabilitare la navigazione su rete mobile dati che rischia di essere costosissima, per consentire solo quella wi-fi.

Per scaricare i giochi lo store chiede al genitore di andare su un account family per concedere le abilitazioni al figlio.

Dal sito family ho potuto abilitare il cellulare del figlio a scaricare solo applicazioni gratuite.

La mail del figlio è @Outlook.it , il messaggio di prova non arriva.

 Il figlio scopre poi che doveva essere autorizzata la sincronizzazione delle mail, forse non l’avevamo concessa nell’installazione personalizzata.

Mail arrivate poi.

Di per sé il cellulare è veloce, risponde bene.

Gioco installato, family funziona.

A Lignano si lamentano del calo di turisti, ma le rotonde?

Anche se non si volessero i turisti della domenica, che però qualcosa consumeranno o spenderanno, non riesco a capire come con tutte le rotonde fatte in Friuli ci siano i due semafori sullo stradone di Lignano, ma non solo, da ambo i lati delle strade statali di Latisana arrivando dal Veneto e di Palazzolo dello Stella dove ci sono ben due insensati semafori dove si formano sempre indisponenti file per i turisti ed anche per i bistrattati residenti.

Anche oggi file… allenatore non arrivato alla partita, sento.

Verso le 15.30 quando siamo tornati a casa dalla partita i due semafori a Palazzolo erano stati finalmente spenti, però c’era fila ugualmente, probabilmente in tanti erano usciti dall’autostrada a Udine, dove verso sud si vedevano già i rallentamenti.

Si inizia tra poco con scuola, calcio, nuoto, musica…

Mancano una ventina di giorni all’inizio dell’anno scolastico.

Calcio è già partito, il figlio che inizierà la prima superiore fa 6 allenamenti a settimana al momento, per fortuna che quest’anno la squadra si allena nel nostro paesino così si reca da solo sul campo. L’ambiente calcistico piace poco alla moglie che dice che siamo tutti maleducati, ma io mi trovo bene :-D. L’allenatore ha dato già una lista delle imprecazioni consentite e per le quali non si rischia di finire espulsi per bestemmie, personalmente consiglierei di evitare del tutto il torpiloquio perché se poi l’arbitro sente solo una parte e nella sua mente completa la frase finisce per espellere ugualmente chi parla troppo in campo. Ovviamente si provvede anche a disincentivare le strane idee che si gioca per partecipare e non per vincere. Ciò perché non sono più pulcini. Su questo sono abbastanza d’accordo anche se forse si potrebbe essere più delicati in questo ragionamento.

Ginnastica artistica, la figlia dovrebbe cambiare sport quest’anno, seppure la ginnastica le piacesse l’ambiente non era dei migliori, pretendevano troppo e le insegnanti non erano qualificate abbastanza, inoltre non m’è neanche piaciuto che durante lo spettacolo di fine anno le ragazze facessero un esercizio con il nome di burlesque (solo il nome), per me lo sport dovrebbe essere principalmente sport e non esibizione di bellezza stile miss Italia (per me si stanno sessualizzando troppo gli sport, vedi pallavoliste in mutande per lo spettacolo non solo in spiaggia dove lo capirei ma anche in palestra, ma questo non fa più notizia, ormai è fatto acquisito).

Corriera, stiamo pensando di pagare la quota mensilmente, per non prestare la cifra abbastanza elevata alla società di trasporto, che poi magari a dicembre sopprimerà le corriere per cui ci si è abbonati e i figli riuscirebbero a tornare a casa con la mamma quando finisce il lavoro.

Mattina, come faremo dal 15 settembre, sveglia alle sette, due bagni, 40 minuti per prepararsi e 5 persone di cui due donne e due figli adolescenti?

Intanto qui oggi piove e sembra già ottobre, sarà per questo che ho fatto questi ragionamenti.

 

 

Non mi dite che sono fissato con gli animali

Con tutto quello che fa la gente con i cani in giro, li porta al centro commerciale a fare shopping, li chiama bambino mio, cocco della mamma…, devo dire che mi ritengo molto nella massa anche io! nella massa del delirio! magari di un diverso delirio LOL

Comunque io adesso ho solo i tre terrari dei gechi e i due pappagalli inseparabili, più un gatto che avevo trovato per mio figlio, mentre presi dagli altri familiari il cane ed un cincillà

Il giovane cincillà

Il cincillà crema della moglie/figlio complice ha circa 6 mesi di età, devo dire che si comporta in un modo che non mi aspettavo, innanzitutto se lo liberiamo in casa salta ovunque come una marmotta/scoiattolo più che come un coniglio.

Ama le coccole ma anche fare i dispetti, ad esempio adesso che scrivo, intanto che la moglie è andata a prove di attività sportiva con la piccola, il cincillà mi è saltato addosso più volte ed ha anche saltato su una cassettiera facendo pericolosamente dondolare il vaso di vetro veneziano lì sopra.

Rispetto ai primi tempi, non so se è stata la crescita oppure la nuova gabbia a più ripiani come quelle dei furetti, non fa quasi più caccoline in giro per casa quando lo liberiamo un’oretta la sera (di più sarebbe impossibile, distruggerebbe la casa).

La gabbia invece deve essere pulita più volte al giorno con scopina e palettina.

Mangia di tutto in giro per casa, tutte le piante alla sua portata, fiori secchi ed assaggia anche i libri che abbiamo sulla scala che va dal primo al secondo piano di casa nostra. Più in su, nelle camere, non lo lasciamo mai andare, perché sparirebbe nel nulla, e quindi chiudiamo sempre la porta scorrevole.

Per riportarlo in gabbia di solito è consigliabile chiudere quando torna dentro, altrimenti scappa come il vento. Porte di casa ben chiuse, che se uscisse non lo troveremmo più.

I cincillà, ho letto, diventano adulti in circa 12 mesi.

Ama molto il fieno, rispetto a quei mangimi commerciali che in ogni caso prendiamo cercando di scegliere quelli più semplici.

La mia posizione sugli animali da compagnia è poco ecologista ma li amo

Questo ragionamento nasce da un post sul “sei di … se” dove una signora ha messo la fotografia del suo cagnolino meticcio ed ha criticato chi possiede animali di razza

Si può dire  seppure incoerentemente anche io abbia sempre avuto un gatto: anche i nostri piccoli felini da compagnia ed i cani in giardino facendo grande strage di altri animalini, quali uccellini e ricci, non dovrebbero essere tenuti in sovrappopolazione con la nostra nutrizione. Rischiamo nei fatti nutrendo un gatto di cagionare la morte di tantissimi altri animalini, paradosso della ritorsione statistica, e quindi il saldo uccisorio dell’amante del gatto o del cane rischia di essere negativo e quindi si reincarnerà in non so quale essere vivente non umano.
Seppure poi l’amante stesso del gatto e del cane scriva magari interventi su internet contro gli allevamenti di cani di razza, di gatti di razza e soprattutto di rettili esotici ad esempio, per nulla si preoccupa di tutte le lucertole uccise dai suoi animali domestici preferiti. E ciò non dipende dalla natura del cane o gatto casalingo, perché se non venissero nutriti dagli esseri umani di cani e di gatti ce ne sarebbero ben pochi e ucciderebbero poche lucertole.

Io personalmente quando avevo i diamanti di Gould in gabbietta ho avuto parecchi decessi per paura causata dai gatti del vicinato, però non posso concepire che qualcuno uccida animali delle colonie feline oppure di qualcun altro, a parte essere un reato, è anche un comportamento per niente umano.