Test del morto che cammina

Oggi ho fatto quello che su un sito internet ho letto essere il “test del morto che cammina”, cioè della persona ormai definitivamente sedentaria.

Il test consiste nel correre i dieci chilometri in un tempo inferiore all’ora. Se il tempo è superiore all’ora sei un morto che cammina, sportivamente, s’intende. I giovani in teoria dovrebbero riuscire a fare questo tempo senza allenamento mentre quelli negli anta devono essere un pochino allenati.

Siccome oggi ero a casa in ferie, dopo essermi riscaldato con un’oretta di giardinaggio e lavaggio con “saponata” della terrazza, ho affrontato il test.

All’inizio temendo di sfigurare con me  stesso ho affrontato la corsa ad un ritmo troppo alto, causandomi un forte dolore al fianco destro al di sotto del polmone, così più respiravo e più dolore provavo.

Ho temuto il ritiro.

Invece ho rallentato aspettando che passasse, e così è stato.

Ho fatto i dieci chilometri in 50 minuti, evviva! soprattutto tenuto conto che ho corso su sterrato e che c’era una forte tramontana in certi tratti.

C’era un tale in bicicletta con due cani che non riusciva proprio ad andare avanti contro vento. In particolare i cani si rifiutavano di seguire la bicicletta. Il mio cagnetto l’ho lasciato a casa, per non rischiare di ucciderlo.

 

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...