Sono contrario al numero chiuso all’Università e favorevole al test Invalsi

A mio avviso l’accesso a numero chiuso alle Università non fa parte di un sistema efficiente.
Ritengo che in un sistema moderno e competitivo sui mercati globali ciascuno debba fare il lavoro per cui è più portato e quindi debba seguire il percorso di studi cui è più portato.
SELEZIONE CON I VOTI DELLE CLASSI SUPERIORI
Ciò non è possibile né in base alla valutazione di voti conseguiti alla scuola superiore, che troppo risentono di quel ristretto gruppo di valutatori (rispetto alla globalità dell’Italia) che sono i professori della classe e che potrebbe essere anche soggetto a umane simpatie e antipatie nello stilare le loro valutazioni.
Se si volesse adottare questo metodo di selezione allora meglio adottare il test invalsi per le valutazioni delle superiori adottando una sorta di concorsone per il voto finale (non lascerei ai professori questo compito perchè si è saputo di professori che hanno aiutato gli studenti nel fare il test invalsi, per bontà o per coprire le proprie carenze, ma ciò non è a mio avviso ammissibile nella selezione dei migliori studenti per l’università, altrimenti, come dirò in seguito sarebbe meglio che tutti possano partecipare all’Università senza numero chiuso).
SELEZIONE CON IL TEST D’INGRESSO
C’è sempre il rischio di escludere qualcuno che seppure bravo non si trovi quel giorno nelle migliori condizioni, questo è un ragionamento in base ad umanità.
C’è il rischio, soprattutto nell’ambito scientifico, dove le elite italiane sono ritenute arretrate rispetto a quelle di altri paesi(dice ciò anche Margherita Hack in un suo libro, La Mia Vita In Bicicletta), che il test sia generalista, nel senso che privilegi la cultura generale, che seppure auspicabile e bella, permette di selezionare solo persone medie per certe tipologie di lauree ma non in ambito scientifico, un chimico deve saper fare il chimico non deve per forza sapere quando Nerone pose il suo cavallo in Senato.
TEST INVALSI
Come ho detto sopra i test invalsi dovrebbero essere utilizzati di più, ed avere un ruolo importante nella valutazione della scuola secondiaria soprattutto. Vengono osteggiati dai professori perchè in realtà sono dei test di valutazione dei professori stessi, se la classe dovesse ottenere valutazioni più negative della media è ovvio che i professori di quella classa insegnano peggio della media. Poi la media è la media… però…
I test invalsi devono essere somministrati e corretti da altri professori, non quelli della classe, perchè altrimenti c’è la tentazione di falsificare la prova, suggerendo oppure correggendo.
Vi faccio un esempio di come siano efficaci questi voti invalsi, per mio figlio avevamo contestato il nove dato all’esame perchè è accaduto ciò:
quelli che avevano la media di 7-8-9 sono usciti con il 9 quelli che avevano la media di 4-5-6 sono usciti con il sei.
Il test invalsi di mio figlio aveva il 9,5 mentre gran parte dei 10 pervenuti al suo liceo scientifico avevano conseguito all’invalsi valutazioni inferiori a nostro figlio, è ovvio quindi come i professori della scuola media abbiano seguito una logica di valutazione non conforme.
Sapete perchè comunque mio figlio non ha preso il 10?
Perchè s’è opposto il professore di ginnastica… ci hanno detto poi di fronte a questa contestazione fatta dai professori del liceo (per questo i professori delle medie si oppongono all’Invalsi, mette in luce chiaramente le loro carenze, e meglio non parlare della scuola elementare).
Non è un discorso polemico od inutile questo, sapete quanto tempo mio figlio ha perso a correre con me invece di dedicarsi alla matematica cui è notevolmente portato? quanto tempo ha dedicato alla musica? a mio avviso queste sono materie che non dovrebbero avere questa importanza nella valutazione finale in un sistema educativo che, visto che il tema del mondo odierno è questo, formi delle persone che sul lavoro permettano all’Italia di essere competitiva economicamente. Detto ciò sono contento che abbiano iniziato musica a scuola, tant’è che a seguito dei corsi di musica privati adesso i due figli stanno provando a suonare assieme uno il violino e l’altro il pianoforte, ma queste a mio avviso devono essere attività al di fuori del curriculum, se si vuole che la scuola crei persone in grado di modernizzare il sistema economico dell’Italia.
Insomma, la scuola non dovrebbe fornire un programma per creare solo futuri insegnanti.
Le persone competenti in particolare in qualche settore devono essere a mio avviso identificate prima e sostenute, invece allo stato attuale la scuola media tenta di RIPORTARLI ALLA MEDIA.

RITORNIAMO ALL’UNIVERSITA’
Se tutti possono accedere all’Università, ciò deve avvenire solo per selezionare i migliori, quindi al secondo anno devono passare solo i migliori che lo abbiano dimostrato durante un anno intero.
Quelli che non passano, per evitare che perdano lunghi anni partecipando ad un’Università che non finiranno mai o che se finiranno per sfinimento sarebbe meglio che non avessero fatto, devono pagare notevoli tasse universitarie (ma questa è forse un sistema per riportare i conti dell’Università in equilibrio e/o una tutela delle elite economiche più che sistema efficiente) oppure non deve essere loro permesso di iscriversi di nuovo alla stessa università dopo ad esempio due anni senza aver completato gli esami almeno del primo anno e metà degli esami del secondo. Si possono pensare anche delle combinazioni delle citate soluzioni.
MEDICINA
Visto che formare un medico è in effetti molto costoso, per questa laurea opterei per delle tasse universitarie molto elevate, e delle borse di studio per il migliore 30% degli studenti da darsi ex post indipendentemente dal reddito della famiglia, una volta concluso il primo anno. A medicina non consentirei agli studenti meno dotati di laurearsi, visto che lavorano con la nostra pelle e quindi farei una maggiore selezione, scartando anche quelli che il primo anno ottengono le valutazioni sufficienti ma inferiori.

Qual'è la tua opinione (commenti, saluti, ringraziamenti)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...