I bellissimi poster premiati al concorso per la pace del Lions Club

I poster premiati sono bellissimi, li potrete vedere a questo link, ricordatevi di scorrere tutte e 24 le immagini, questi ragazzi hanno disegnato delle vere opere d’arte:

http://www.lionsclubs.org/EN/our-work/youth-programs/peace-poster-contest/peace-poster-contest-grand-prize-winners.php

Pensierini ad uso del lettore:
(Ho aggiunto una nuova categoria all’occasione per il mio blog: “bello”)
(visto che ha partecipato anche mio figlio stavo visionando il sito).

Se l’amato ti lascia, perchè ricorrere alla violenza?

Non è giusto far del male a chi ti lascia dopo una storia d’amore (o di compagnia).
Se non ti ama, peggio per lui/lei, vuol dire che non ti merita, tanti auguri e ciao.
Troverai di sicuro qualcuno che ti meriti, ci sono tante brave persone a questo mondo.
Più che brave sarebbe meglio parlare di persone compatibili.
Tutto lì. L’amore è una questione di compatibilità. Non c’è più compatibilità, è finita, inizia la ricerca di qualcuno più compatibile.
Inutile accanirsi, il passato è il passato, meglio guardare al futuro.

Arrow, è finita la prima serie

Questa serie televisiva ha avuto alti e bassi, ma alla fin fine devo dire che m’è piaciuta abbastanza, molto fumettistica.
Un po’ Ninja, un po’ Superman, unifica Giappone e Usa con predominanza del secondo paese.
Interessanti i due piani tra sfuggente memoria del passato sull’isola e presente nella città.
Temevo la serie finisse con la morte della fidanzata dell’eroe che in realtà è proprio bella, come spesso capita nel genere (ambedue le cose, che sia bella e che muoia), ma invece è morto l’amico.
Un po’ modernamente amorosamente volubili i personaggi, soprattutto l’amata dall’eroe :-D.
Come voto metto un sei.

Lo specchio dell’opinione e lo specchio della saggezza in Oscar Wilde, Il pescatore e la sua anima

Ho letto ieri un bellissimo racconto di Oscar Wilde: Il Pescatore e La Sua Anima.
Consiglio a tutti la lettura (con altri due racconti in Il Fantasma di Canterville – Giunti Demetra).
Seppure l’insegnamento di questo racconto fiabesco non sia la saggezza ma l’amore e l’accettazione amorosa delle diversità, m’è piaciuto molto quel passo dove si differenzia l’opinione dalla saggezza:
lo specchio dell’opinione restituisce l’immagine di sé stessi
lo speccio della saggezza restituisce l’immagine del mondo eccetto quella di sé stessi.
Quindi suppongo volesse dire che è sbagliato farsi delle opinioni sul mondo sulla base di sé stessi, plasmando il mondo a nostra immagine e somiglianza.
Per conoscere le verità è necessaria l’astrazione dal proprio essere, però non liberatevi dell’anima come il protagonista della fiaba, perchè le conseguenze, seppure verrà piantato il seme di fiori profumati per l’anima ed il cuore di qualcun’altro, non saranno del tutto desiderabili!

Concorso Irse Europa e Giovani – Pordenone – Le case dell’acqua.

Abbiamo partecipato alle premiazioni di questo concorso perchè il nostro figlio secondogenito, che frequente la classe 2^ della scuola secondaria di primo grado, assieme a alcuni dei suoi compagni di classe, aveva fatto vincere un premio alla scuola.
Il tema che era stato proposto alle scuole secondarie era quello delle case dell’acqua, simpatico fenomeno che sta avendo ampia diffusione nei nostri comuni, anche denominate case dell’acqua del Sindaco.
LE CASE DELL’ACQUA
Le case dell’acqua sono delle piccole strutture che producono acqua frizzante ed acqua naturale filtrate e le distribuiscono automaticamente a chiunque sia interessato con il pagamento, con monetine oppure con l’apposita chiavetta ricaricabile, di un prezzo di molto inferiore alle acque in bottiglia, di plastica per lo più, vendute presso i commercianti.
Il fine è quello di produrre meno inquinamento da plastica.
Noto che in effetti l’iniziativa ha avuto successo, in quanto c’è affluenza anche dai comuni limitrofi.
IL CONCORSO
Ben organizzato, gran parte di temi premiati erano attinenti fondamentalmente alla valorizzazione degli studi scientifici, sono stati presentati lavori sull’integrazione degli immigrati, sulla valorizzazione del territorio materiale e sociale, sulle pari opportunità offerte per valorizzare che compie percorsi di formazione specialistici indipendentemente dal genere di appartenenza (maschio o femmina) e dalla razza e/o provenienza, ma anche si è parlato di possibilità di occupazione dei giovani nell’agroalimentare (uno dei pochi settori in crescita) ed anche nell’artigianato (belli i progetti dove i giovani compiono un volontariato per valorizzare il territorio assistiti da artigiani del luogo).
Abbiamo avuto occasione di vedere tanti bravi giovani che si impegnano per migliorare il nostro ambiente sociale, economico e naturale, così si può sfatare lo stereotipo attuale della leggerezza di questi ragazzi.
EUROPA
La relatrice Zuzzi ha detto che non condivide il pensiero negativo sui cosiddetti “cervelli in fuga”, per lei i ragazzi devono essere lasciati liberi di viaggiare e lavorare in Europa, e se vorranno ritorneranno o almeno potranno apportare qualcosa di nuovo alla nostra società almeno occasionalmente. Apertamente suppongo si auspichi un’integrazione politica europea.
Progetti di studio e lavoro in Europa: molto belli per imparare le lingue, viene pubblicizzato anche un lavoro stagionale di raccolta delle fragole in Danimarca, oppure archeovolontariato in Gran Bretagna, a seconda dell’esperienza che si preferisce.
Un’ ottima iniziativa questo Concorso Europa e Giovani a mio avviso.
La brochure della premiazione e alcuni lavori sono pubblicati on line a questo indirizzo:
http://www.centroculturapordenone.it/irse

Per ultimo devo dire che è stata una bella mattinata di sole e la zona dove si è tenuto il concorso è molto ubertosa con un bel parco.
Una foto della commissione che ha distribuito i premi:

Trono di spade

Sto seguendo la serie televisiva fantasy Trono di Spade su Rai4.
La trovo molto bella.
E’ una serie per adulti, giustamente classificata per adulti, dove sono presenti alcune scene molto violente, ma comunque che mi disturbano meno di quelle presenti di tanti filmini polizieschi che vengono tranquillamente classificati come visibili da tutti.
C’è anche un po’ di sesso a dir la verità, spesso disturbante, sarà quello che ha fatto classificare con il bollino rosso questa serie, comunque la puntata del giovedì dalle 9 di sera circa dovrebbe essere stata tagliata di alcune scene, la puntata completa è programmata il giorno successive alle 23.00.
La prima puntata mi aveva un pochino disturbato, invece poi mi sono accorto che il film è fatto in modo intelligente, certi fatti si capiscono solo dopo alcune puntate quando avviene una forte scena esplicativa.
Inoltre ci sono parecchi ribaltamenti di fronte, come la ragazza data in sposa dal fratello al re “selvaggio” come fosse una prostituta in cambio della riconquista del proprio regno: continuando la storia lui si dimostra un inetto e lei diverrà invece una regina di un popolo. Il fratello ingrato verrà punito, dopo aver minacciato di morte la sorella incinta verrà ucciso dal re selvaggio.
Ci sono tutti gli archetipi del fantasy.
Mi intriga anche il fatto che non si capisca quali siano i personaggi buoni e si intuisce che probabilmente non ce ne saranno a differenza di quei fantasy per adolescenti come Harry Potter, d’altronde in quelle epoche la bontà era un lusso. A volte un personaggio che sembra buono, all’improvviso diventa cattivo, come la regina del popolo del Nord dopo che suo figlio viene gravemente ferito.
Però c’è molta lealtà nei personaggi.
Fantastico il personaggio del nano, che è un famoso attore.