Se alla scuola materna dicono che la recita è senza genitori andateci ugualmente

Oggi c’era la recita a scuola.
Nessuna comunicazione era pervenuta ai genitori, pareva che la recita fosse interna.
La moglie è andata ugualmente a vedere e alla fine c’erano i genitori di tutti fuorché di una bambina.
La bambina quando si è accorta di essere l’unica senza i genitori a guardarla si è disperata piangendo, poverina.
Un consiglio, anche se le insegnanti dicessero che la recita si terrà senza la possibilità di assistervi per i genitori, andate a vedere ugualmente, al massimo non vi faranno entrare (ma di sicuro accadrà il contrario), se anche non vi facessero entrare almeno vi sarete assicurati che neanche gli altri genitori hanno potuto assistere.
Capisco che le scuole materne non siano attrezzate per accogliere un gran numero di genitori, però la soluzione di non dire niente per evitare che ci sia troppa gente non mi sembra la migliore.
Ovvio che se ci sono 80 bambini nella scuola non si possono far entrate 200 persone ad assistere, ma vi posso dire che alcune scuole materne hanno risolto il problema facendo le recite a turno, una classe dalle 9 alle dieci, una classe dalle 10 alle 11… e così via, in modo da accontentare bambini e loro genitori.

Un mostro a Parigi

Ho visto oggi questo ottimo film di animazione.

Belli i dialoghi, belli i personaggi.

Si vede che è una produzione europea.

L’immagine della donna non è la barbie ma la donna sensuale europea, con tutte le sue curve.

Bello  il tema ricorrente del furgoncino giocattolo del bambino (che poi da adulto avrà un furgoncino delle consegne vero) rubato dalla bambina, il nome del furgoncino è scritto assieme a quello del proprietario sulla fiancata dell’automezzo e poi svelato, la perdita del furgoncino quando ritrova la bambina diventata donna, e il finale quando l’uomo delle consegne chiede a quella che è diventata la sua amata se ha conservato il furgoncino giocattolo che tanti anni prima era stato rubato in modo che lui venisse a riprenderselo.

Tutti questi collegamenti non sono forniti in modo meccanico ma è lasciato al cinefilo il piacere di arrivarci da solo. Ciò richiede un intervento critico ma attivo da parte di chi guarda invece che un appiattimento sull’azione tipico di gran parte della ultima animazione americana.

Lieto fine ovviamente.