La casa dell’acqua

E’ arrivata la casa dell’acqua anche nel paesello amoleapiano.

Nella casetta si prende acqua naturale gratis ed acqua frizzante a 0,05 euro. Si usano le proprie bottiglie.

Ho notato che l’acqua frizzante della casa dell’acqua ha un vago sentore di agrumi, mi ricorda leggermente la frizzina che si metteva nell’acqua quando ero bambino.

Comunque ne faremo uso, per evitare il continuo smaltimento nel riciclaggio delle bottiglie di plastica.

LIbri: E’ uscita finalmente la seconda parte di 1Q84 di Murakami Haruki

Finalmente è stato pubblicata e si trova in libreria la seconda parte del libro di Murakami Haruki 1Q84 (si chiama Libro Tre Ottobre-Dicembre).

Scorre come un fiume in piena questo libro, sono già arrivato a metà, furbetto l’autore ad inserire parti molto ricordabili per tenere alta la tensione.

Al punto in cui sono arrivato posso dire che questa seconda parte è molto più bella, forse anche perchè alcuni dei misteri sono già stati svelati.

E’ un libro, come il primo, molto onirico, molto fantasioso, racconta di una storia d’amore vissuta più nell’assenza che nella presenza e sotto un magico influsso del destino; ma è anche un racconto investigativo; perchè viene visto dal lato di ciascuno dei personaggi: di uno alla volta viene descritta l’esperienza, i pensieri, le speranze; i personaggi si incontraranno prima o poi nella stessa dimensione/realtà/tempo? si chiede il lettore.

Bello.

Racconti di G. Talese: A spasso con il mio sigaro e altri racconti

Il libricino dei racconti di G. Talese era allegato domenica scorsa al Sole24Ore.

Mi sono piaciuti tantissimo.

Ci sono degli spezzoni di vita di New York ripresi, più che scritti, da punti di vista inconsueti.

New York è una città di cose che passano inosservate, dove si enumerano in modo spassosissimo tutte le statistiche della città.

La stagione silenziosa di un eroe, parla del campione del baseball americano – gli sportivi non sono gli eroi del mondo moderno? – Joe di Maggio, dei suoi ricordi di atleta a riposo e della sua compianta moglie Marilyn Monroe (lui è l’ex marito che fa mettere ogni giorno, ancora oggi, i fiori freschi sulla tomba della famosissima attrice).

Quando avevo 25 anni, un breve consiglio di uno scrittore.

A spasso con il mio sigaro, che si può sintetizzare con questa frase “quando l’america non sta combattendo una guerra, il desiderio puritano di punire dev’essere sfogato in patria”, il discorso è molto più generale che il semplice biasimo sociale che colpisce il fumatore di sigaro del racconto.E’ simile al discorso che U. Eco fa a proposito del nemico e della necessità dell’essere umano di avere un nemico per riconoscersi in un gruppo (e Eco me lo ricordodire in modo molto spassoso che noi italiani abbiamo sempre risolto il problema trovando un nemico all’interno, guelfi contro gibellini, Grillo contro Berlusconi, etc…).

Andò in libreria a prendere altri libri dello scrittore. Se ci pensate parlare di New York è molto d’attualità ed anche appropriato al giornale economico che ha fornito in allegato il libricino.